IL SANTUARIO DELLE FARFALLE

Dall’area pic nic del Monte Perone, sulla strada tra Sant’Ilario e San Piero in Campo, si snoda un singolare sentiero di circa due chilometri. E’ il Santuario delle farfalle dedicato a Ornella Casnati, appassionata naturalista e autrice di numerose scoperte entomologiche, scomparsa prematuramente.

Nell’area del Santuario, inaugurato nella primavera del 2009 grazie ai finanziamenti di un progetto congiunto di Enel e Legambiente con la stretta collaborazione del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, è stata registrata la presenza di circa 50 specie di farfalle, alcune delle quali particolarissime e molto diverse da quelle presenti nelle zone vicine. Lungo il sentiero sono almeno tre gli ambienti principali prediletti dalle farfalle: la pineta, la macchia mediterranea e i praticelli di crinale inframezzati da garighe.

Nei 6 km2 di superficie del Santuario si possono osservare specie di elevatissima importanza biologica come la Polissena (Zerynthia cassandra), “riscoperta” dopo un’assenza durata oltre settant’anni, la vistosa Cleopatra (Gonepteryx cleopatra), dai colori sgargianti, la Tecla della quercia (Neozephyrus quercus) dalle ali blu scuro, le endemiche Lycaeides villai e Coenonympha corinna elbana, quest’ultima riconoscibile per i sei ocelli presenti sulle ali posteriori, le variopinte ed eleganti Giasone (Charaxes jasius), Podalirio (Iphiclides podalirius) e Macaone (Papilio machaon).

Lungo il sentiero numerosi cartelli illustrano quasi tutte le specie di farfalle che possono essere osservate e le principali caratteristiche ambientali e biogeografiche che rendono la zona così importante per questi delicati animali.

http://www.islepark.it/visitare-il-parco/elba/sant...